Ucraina, Ue e G7 avvertono la Russia “Annettere Crimea sarebbe violazione” – Ukraine, EU and G7 warn Russia “Annex Crimea would breach”

«I risultati del referendum non saranno riconosciuti». Appello di Kerry a Mosca: «Sediamoci e parliamo». Barroso: «Non vogliamo altre guerre fredde»

«L’annessione russa della Crimea sarebbe una chiara violazione della Carta dell’Onu». È durissima la posizione dei Paesi del G-7, messa nero su bianco in un comunicato diffuso dalla Casa Bianca. E annunciano: se la Russia farà un passo del genere «noi intraprenderemo altri passi, individualmente e collettivamente».

Nessuna apertura nei confronti del futuro referendum per l’annessione della Crimea all’Ucraina, anticipato al 16 marzo dal parlamento ucraina. I risultati, qualsiasi essi siano, non verranno riconosciuti in quanto non avrebbero «alcun effetto legale».

Il segretario di Stato americano, John Kerry, incontrerà venerdì il ministro degli esteri russo, Sergei Lavrov, a Londra, con l’obiettivo di evitare un peggioramento della crisi in Ucraina. «Il nostro interesse è quello di proteggere la sovranità territoriale dell’Ucraina». Poi lancia un appello a Mosca: «Dobbiamo essere capaci di sederci e parlare».

Secondo il ministro della Difesa italiano, Roberta Pinotti, quella in Ucraina è la più grave crisi «dai tempi dei conflitti nei Balcani. L’Italia giudica inaccettabile ogni aggressione che minacci l’integrità territoriale o l’indipendenza di uno Stato sovrano». «Per fare questo – ha sottolineato alle commissioni riunite Difesa di Camera e Senato- è fondamentale mantenere aperta la finestra del dialogo con la Russia. L’Occidente non può arretrare sul rispetto di principi fondamentali dell’ordine internazionale, ma deve anche saper utilizzare con intelligenza gli strumenti di persuasione di cui dispone».

«Non abbiamo bisogno di nuove guerre fredde e certamente non le vogliamo». Sono le parole di José Manuel Barroso, rivolto alla Russia nel dibattito sull’Ucraina al Parlamento europeo, che dopo aver ricordato le conclusioni sull’«approccio graduale» deciso dal Consiglio straordinario della settimana scorsa, ha osservato che è stato proposto un negoziato con il gruppo di contatto e che «ora la palla è nel campo della Russia», ma «la situazione diplomatica, politica e militare ancora non va nella direzione giusta».

Intanto oggi il primo ministro ad interim ucraino Arseniy Yatsenyuk incontrerà il presidente degli Stati Uniti Barack Obama per ottenere l’aiuto e il sostegno statunitense. Nel frattempo anche il Congresso Usa ha chiesto ieri a Mosca di ritirare immediatamente le sue truppe dalla penisola ucraina sotto la minaccia di sanzioni punitive. Il Senato ha infatti espresso il suo sostegno al governo di Kiev, usando un linguaggio duro contro la Russia e minacciando la sospensione dal G8.

#escidallagabbia

________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

“The results of the referendum will not be recognized.” Appeal of Kerry in Moscow: “Let’s sit down and talk.” Barroso: “We do not want other cold wars”

“The Russian annexation of the Crimea would be a clear violation of the UN Charter .” It is very tough position of the G -7 , putting pen to paper in a statement released by the White House . It announced : if Russia will step of the ‘ we are taking other steps , individually and collectively . ”

No openness to the future referendum for the annexation of Crimea to Ukraine , early March 16 by the Ukrainian parliament . The results, whatever they may be , will not be recognized because it does not have ” any legal effect .”

The American Secretary of State , John Kerry , will meet on Friday, the Russian Foreign Minister , Sergei Lavrov, in London, with the aim of avoiding a worsening of the crisis in Ukraine. “Our interest is to protect the territorial sovereignty of Ukraine .” Then he makes an appeal to Moscow : ” We must be able to sit down and talk.”

According to the Italian Minister of Defence , Roberta Pinotti, one in Ukraine is the most serious crisis ” since the days of the conflicts in the Balkans. Italy considers unacceptable any aggression that threatens the independence or the territorial integrity of a sovereign state . ” ” To do this, – said the committees of the House and Senate gathered Defense – is essential to keep the window open dialogue with Russia. The West can not move back the respect of the fundamental principles of the international order , but must also know how to intelligently use the tools of persuasion at its disposal . ”

” We do not need new cold wars and certainly do not want them .” These are the words of José Manuel Barroso , addressed to Russia in the debate on Ukraine to the European Parliament , after pointing out that the conclusions on ‘ ” phased approach ” adopted by the Council of overtime last week , noted that it was proposed negotiations with the contact group and that ” now the ball is in Russia ,” but ” the situation diplomatic , political and military still does not go in the right direction .”

Meanwhile, today the interim Prime Minister of Ukraine Arseniy Yatsenyuk will meet U.S. President Barack Obama to get the help and support of the U.S. . Meanwhile, the U.S. Congress yesterday asked Moscow to immediately withdraw its troops from the peninsula of Ukraine under the threat of punitive sanctions . The Senate has expressed its support for the government of Kiev, using harsh language against Russia and threatening the suspension by the G8.

#escidallagabbia

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...