VINCITORE DI SANREMO 2016: STADIO

 

stadio sanremo

 

Il vincitore della 66° edizione della canzone italiana di Sanremo 2016 sono gli STADIO con “un giorno mi dirai”.

“Non mi sembra vero, questo teatro l’ho amato e odiato. Abbiamo collezionato tanti ultimi posti, poi siamo arrivati quinti. Abbiamo stabilito un record. Mai e poi mai avremmo pensato di vincere il festival di Sanremo”. Queste sono le parole a caldo degli Stadio.

“Sono una ragazza fortunata perché mi avete regalato un sogno”, questo è il commento di Francesca Michielin collezionando il secondo posto nel suo primo debutto a Sanremo.

#escidallagabbia

 

Annunci

Mosca, indipendenza Crimea è legittima – Moscow, Crimea independence is legitimate

Le sanzioni contro la Russia saranno in vigore a partire da lunedì. Lo ha dichiarato il premier polacco secondo quanto riportato dalla Bbc. “L’Unione europea è pronta a imporre le sanzioni contro la Russia a partire da lunedì prossimo, 17 marzo”, ha detto il premier polacco Donald Tusk. Intanto la Russia alza la voce. Per Mosca infatti la dichiarazione di indipendenza della Crimea “è assolutamente legittima”. Lo si legge in una nota del ministero degli Esteri russo evocando lo statuto dell’Onu e la conclusione della corte internazionale dell’Onu del 22 luglio 2010 sul Kosovo.

Nella dichiarazione di indipendenza della Crimea, secondo il ministero degli esteri russo, “c’è la base internazionale giuridica delle motivazioni di questo passo con riferimenti allo statuto dell’Onu, a documenti internazionali e la conclusione della corte internazionale dell’Onu del 22 luglio 2010 sul Kosovo”. “In questa conclusione, votata su richiesta dell’assemblea generale dell’Onu su iniziativa della Serbia, la corte ha confermato il fatto che la proclamazione unilaterale dell’indipendenza da una parte dello stato non viola nessuna norma del diritto internazionale”, osserva Mosca.

La dichiarazione d’indipendenza
Con 78 voti a favore su 81, il Parlamento della Crimea ha dichiarato l’indipendenza dall’Ucraina.

Noi deputati della Crimea e di Sebastopoli (che gode di uno statuto speciale, ndr), in virtù delle norme internazionali e del parere consultivo della Corte internazionale di giustizia dell’Onu sulla dichiarazione d’indipendenza del Kosovo del 22 luglio 2010, “abbiamo deciso che se verrà approvato il referendum del 16 marzo, nascerà la Repubblica di Crimea che sarà uno Stato della Federazione russa”. Lo si legge nella “Dichiarazione sull’indipendenza della Crimea e di Sebastopoli”, approvata oggi dal Parlamento della regione. Nel 2010 la Corte dell’Aja aveva dichiarato che la proclamazione d’indipendenza unilaterale del Kosovo “non e’ illegale” e “non viola il diritto internazionale”.

Le autorità della russofona Crimea intendono poi nazionalizzare le navi della flotta ucraina dislocata a Sebastopoli. “La flotta ucraina a Sebastopoli sarà interamente nazionalizzata. Non intendiamo lasciar uscire le navi ucraine da Sebastopoli”, ha annunciato il premier locale Serghiei Aksionov, non riconosciuto e ricercato da Kiev. “Abbiamo precluso l’uscita – ha aggiunto – anche alla flotta civile Cernomor Neftegas”, che comprende navi cisterna e per l’esplorazione marittima dei giacimenti di gas e petrolio nel Mar Nero. Lo riferisce Itar-Tass.

Ma Parigi non ci sta. Per la Crimea “nessun paragone regge” né con il Kosovo né con la Georgia. “Oggi le uniche autorità ucraine che riconosciamo sono quelle frutto dell’accordo firmato il 21 febbraio. Qualunque altra azione non ha legittimità politica”. Così il ministro francese per gli Affari europei Thierry Repentin ai giornalisti a Roma sulla decisione del parlamento della Crimea di proclamarsi indipendente.

L’Ucraina alza i toni
“Se non siete capaci di proteggere il territorio dell’Ucraina, come convincerete Nord Corea e Iran ad abbandonare le armi nucleari?”: è la “domanda per i nostri partner occidentali” che ha fatto oggi il premier ucraino Arseni Iatseniuk intervenendo in parlamento, dove ha esortato Gran Bretagna e Stati Uniti – in base al memorandum di Budapest del 1994 – a difendere l’Ucraina contro “l’aggressione militare” russa in Crimea. “Un’aggressione militare – ha detto Iatsenik – è stata condotta contro il nostro Paese, e gli Stati che hanno firmato il Memorandum di Budapest dovrebbero difendere l’Ucraina perché si sono fatti garanti della nostra sicurezza”. Russia, Usa e Gran Bretagna si sono impegnate a garantire l’integrità territoriale dell’Ucraina con il Memorandum di Budapest del 1994, quando Kiev ha rinunciato alle armi nucleari. “L’Ucraina – ha proseguito Iatseniuk – è rimasta sola contro lo Stato che ha invaso con le armi il suo territorio”.

Torna Ianukovich – “Sono l’unico presidente legittimo dell’Ucraina e continuo ad essere il comandante in capo dell’Esercito”: lo ha detto il deposto presidente ucraino in una conferenza stampa a Rostov sul Don, est della Russia, trasmessa in diretta tv. Il deposto presidente ucraino Viktor Ianukovich ritiene “assolutamente illegittime” le prossime presidenziali in Ucraina e ha annunciato a Rostov sul Don che “appena le circostanze me lo consentiranno, tornerò a Kiev”.

Crimea isolata – Voli per Kiev e Istanbul cancellati stamani da Simferopoli, partono solo gli aerei per Mosca. Lo si legge sul sito dello scalo della capitale della Crimea. E sono state rafforzate le misure di sicurezza, e i controlli, alla ‘frontiera’ di terra verso nord, riferiscono fonti qualificate all’ANSA. Stop anche ai traghetti dalla Russia verso Kerch, a causa delle cattive condizioni meteo e del mare in burrasca.

Espulso l’inviato di Sky
L’inviato di Sky in Ucraina, Jacopo Arbarello, è stato espulso oggi con la sua troupe dal Paese mentre si trovava al checkpoint di Armiask, alle porte della Crimea. “Paramilitari russi ci hanno fermato, picchiato l’autista e sequestrato tutto il nostro materiale”, ha raccontato all’ANSA lo stesso inviato. “Erano molto minacciosi, ci hanno detto di lasciare subito la Crimea e di non tornare senza un visto speciale”, ha detto ancora Arbarello.

#escidallagabbia

http://www.youtube.com/watch?v=kkwjmZ73AP8

________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

The sanctions against Russia will be in effect from Monday . The Polish Prime Minister said as reported by the BBC . ” The European Union is ready to impose sanctions against Russia from next Monday , March 17th ,” said Polish Prime Minister Donald Tusk. Meanwhile, Russia raises its voice . For Moscow in fact the declaration of independence of the Crimea ” is absolutely legitimate .” You read a note from the Russian Foreign Ministry evoking the UN Charter and the conclusion of the UN International Court of 22 July 2010 on Kosovo.

In the declaration of independence of the Crimea , according to the Russian Foreign Ministry , “there is the international legal basis of the reasons for this step with references to the UN Charter , international documents and the conclusion of the UN International Court of 22 July 2010 on Kosovo. ” ” In this conclusion , voted at the request of the UN General Assembly on the initiative of Serbia , the court has confirmed the fact that the unilateral declaration of independence by a part of the state does not violate any rule of international law ,” says Moscow.

The Declaration of Independence

With 78 votes out of 81, the Crimean parliament declared independence from Ukraine.

We Members of the Crimea and Sevastopol (which enjoys a special status , ed) , by virtue of international standards and the advisory opinion of the International Court of Justice on the UN declaration of independence by Kosovo on 22 July 2010 , ” we decided which will be approved if the referendum of 16 March , the Republic of Crimea born to be a state of the Russian Federation . ” You read it in the “Declaration on the independence of the Crimea and Sevastopol ” , approved today by the Parliament of the region. In 2010, the Hague Court had stated that the unilateral proclamation of independence of Kosovo “is not ‘ illegal ” and ” does not violate international law . ”

The authorities of the Russian-speaking Crimea then intend to nationalize the ships of the fleet stationed in Ukraine’s Sevastopol. ” The Ukrainian fleet in Sevastopol will be fully nationalized. Did not intend to let out the ships from Sevastopol in Ukraine ” announced Prime Minister Sergei local Aksionov , not recognized and sought after by Kiev. “We have barred the exit – he added – even to the civilian fleet Cernomor Neftegas ” which includes tankers and for the maritime exploration of deposits of oil and gas in the Black Sea was reported by Itar -Tass .

But Paris is not there

For the Crimea “no comparison holds ” neither Kosovo nor with Georgia. “Today, the only Ukrainian authorities recognize that those are the result of the agreement signed on February 21. Any other action has no political legitimacy .” So the French Minister for European Affairs Thierry Repentin reporters in Rome on the decision of the Crimean parliament to proclaim himself independent .

Ukraine raises the tone

” If you are not capable of protecting the territory of Ukraine, as convince North Korea and Iran to abandon their nuclear weapons? ” Is the ” demand for our Western partners ” that has made today the Ukrainian prime minister Arseni Iatseniuk speaking in parliament, where he urged Britain and the United States – according to the 1994 Budapest Memorandum – to defend Ukraine against ” military aggression ” in the Russian Crimea. ” Military aggression – said Iatsenik – was carried out against our country , and the States which have signed the Memorandum of Budapest should defend the Ukraine because they are made guarantors of our security.” Russia , the U.S. and Britain have agreed to guarantee the territorial integrity of Ukraine with the Budapest Memorandum of 1994, when Kiev has renounced nuclear weapons. “Ukraine – continued Iatseniuk – is alone against the State that has invaded his territory by force of arms .”

Back Yanukovich – “I am the only legitimate president of Ukraine and continue to be the commander in chief of the Army ” the Ukrainian president said the deposed at a press conference in Rostov -on-Don , Russia’s east , broadcast on live TV . The deposed president of Ukraine, Viktor Yanukovich believes ” absolutely illegal ” and the upcoming presidential elections in Ukraine in Rostov -on-Don has announced that ” as soon as circumstances permit me , I will return to Kiev.”

Isolated Crimea

– Flights to Kiev and Istanbul erased this morning from Simferopol , leave only aircraft to Moscow. You read it on the website of the airport of the capital of Crimea. And were tightened security measures , and controls , the ‘ frontier ‘ of land to the north , reported ANSA qualified sources . Stop also ferries from Russia to Kerch, due to bad weather and rough seas .

Expelled the envoy of Sky

The envoy Sky in Ukraine , Jacopo Arbarello , was today expelled from the country with his crew while he was at the checkpoint Armiask , gateway to the Crimea. ” Paramilitary Russians stopped us , beat the driver and seized all our material ,” he told the ANSA sent. ” They were very threatening, they told us to leave immediately and not to return to the Crimea without a special visa ,” said Arbarello yet .

#escidallagabbia

http://www.youtube.com/watch?v=kkwjmZ73AP8